VMworld 2016 – la mia esperienza

Quest’anno ho partecipato al mio secondo VMworld,il primo in veste di membro del VMUG-IT.

In questa mia nuova veste ho vissuto un evento completamente diverso da quello dello scorso anno,nel quale correvo avanti e indietro per partecipare a quante più sessioni fosse possibile.

Quest’anno ho vissuto maggiormente la parte di condivisione e di networking, interagendo cn moltissime persone provenienti da tutta Europa. Punto massimo di questa interazione é stato il leader lunch,in cui incontrando i leader dei VMUG degli altri paesi,ci siamo scambiati idee ed opinioni su come supportare al meglio la community e farla crescere sempre più. Altro momento molto importante per me é stato la partecipazione al vbrownbag tech talk,insieme ad un “mostro sacro” come Scott Lowe. Il link alla registrazione lo trovate qui

Read the rest of this entry »

Un nuovo impegno con il VMUGIT

vmug-it

Sono lieto di annunciare di essere entrato a far parte del board del VMware User Group italiano.

Dopo il riuscito evento di Napoli i ragazzi del board mi hanno chiesto se volessi impegnarmi ancora di più per la community ed io ho accettato con piacere.

L’attività svolta dal VMUG italiano è stata fino ad ora di grandissima qualità,con l’organizzazione di molti eventi di altissimo livello,a cominciare,tre anni fa,dalla prima User Conference in lingua non inglese in Europa.

Ed è stato proprio lì che ho cominciato a vedere quanto impegno, tempo e passione ci mettessero i ragazzi del board.Ma non avevo neanche lontanamente presente la mole di lavoro che c’è dietro alla preparazione di ogni evento,di quanto l’impegno cominci molto prima e di tutto il tempo che loro ci dedicano!

Tutto questo da oggi sarà anche a carico mio.Mi fa piacere e lo accetto volentieri.Sia per la possibilità di lavorare con persone straordinarie,sia per la possibilità di ridare alla community una parte di quello che ha dato a me.

Spero vivamente di non deludere le attese,e sicuramente vi  prometto il massimo dell’impegno.

Vi aspetto tutti ai 2 prossimi eventi che già trovate sulla pagina del vmugit ,il meeting di Roma il 26 settembre e la UserConf il 15 novembre!

A presto!!!!

VEEAMONFORUM 2016

veeamGiusto una settimana fa sono stato al VEEAMONFORUM  a Roma. Ho seguito l’intero evento, sia la parte iniziale in mattinata,riservata ai partner sia quella pomeridiana, dedicata ai clienti.

E’ stato un evento molto ben organizzato che ha mostrato quanto VEEAM punti sul nostro paese,di come stia creando una struttura fortemente radicata e di come ormai a livello internazionale, sia diventato il player di riferimento per quanto concerne le soluzioni di backup e disaster recovery , posizione certificata anche dall’ormai celeberrimo Magic Quadrant di Gartner che posiziona VEEAM nel quadrante dei leader del settore.

La mattinata è stata completamente dedicata ai partner, mostrando la capillarità della rete di VEEAM attraverso la presentazione di varie storie di successo, che hanno mostrato come sia vincente la strategia totalmente orientata al canale. Tra i dati più interessanti, quelli riguardanti la correlazione tra utenti di VMware e di VEEAM, quasi il 70% degli utenti VMware utilizza soluzioni VEAAM, e quello riguardante il sempre maggior interesse per le soluzioni cloud di backup e disaster recovery.

La seconda parte, dedicata ai client, ha visto come protagonista il concetto stesso di availability , brillantemente illustrato dal Prof. Carlo Alberto Carnevale Maffè, Professore di Strategia e Imprenditorialità, SDA Bocconi School of Management nella sua presentazione e successivamente esplicitato nella tavola rotonda con tre grandi clienti di VEEAM, ANAS, Banca Popolare di Sondrio e Kuwait Italia.

C’è stata inoltre la sessione tenuta da Danilo Chiavari e Luca dell’Oca che hanno presentato le novità inserite nella nuova versione prossima all’uscita,la Veeam Availability Suite v9.5,e alcuni nuovi prodotti, tra cui l’interessantissimo orchestrator.

Tirando le somme è stato un evento sicuramente più rivolto al lato marketing che a quello prettamente tecnico, ma che ha mostrato la piena maturazione di una azienda che, diventata una dei leader del mercato, punta a portare anche in Italia una vision prettamente focalizzata sul dato e sull’importanza della diponibilità dello stesso in ogni momento